Crea sito
Get Adobe Flash player
Questo sito è ottimizzato per la navigazione con browser Mozzilla Firefox. Chrome e Opera lo visualizzano bene mentre Internet Explorer si perde il bello della grafica.
Buona navigazione.

Ascolta il mio lamento
luna vagabonda,
firmamento aspro
che percorri,
ferma la tua marcia
un momento.

Regalami la tua bellezza
opaca e notturna,
dammi la freddezza
del tuo guardare,
strappami
con luce spettrale,
alza la marea
nei miei occhi nuvolosi,
eclissa il ricordo
sfortunato.

Ascoltami
luna cangiante,
chissà se percorri
le sue terre
vedi gli occhi
che io vedo impassibile,
quando ritorni
dimmi se sono ancora belli,
come il ricordo
nelle mie notti
di sogni e desideri.

Ascolta il mio lamento
luna bianca,
lasciami bere
il riflesso versato
della tua tristezza nascosta,
perdermi un momento
nella tua distante solitudine,
accarezzare le tue cicatrici;
permetti che le mie guariscano.

Ascolta la mia supplica
Luna solitaria;
un momento regalai,
la mia vita condivisi,
parole persi
e l’orgoglio non girerà.

Dimmi che lasci
che il vento
si plachi,
io anelo non solo
che mi rimpiangano.
Per quel motivo sei la mia compagna,
dimmi che anche tu
muori di solitudine.