Crea sito
Get Adobe Flash player
Questo sito è ottimizzato per la navigazione con browser Mozzilla Firefox. Chrome e Opera lo visualizzano bene mentre Internet Explorer si perde il bello della grafica.
Buona navigazione.
Prof. Armando Ginesi

Prof. Armando Ginesi

Visita il mio sito

Armando Ginesi, Professore Emerito di Storia dell’Arte, già Ordinario presso l’ Accademia Statale di Belle Arti di Macerata di cui è stato Rettore per sei anni. Abilitato anche all’insegnamento di Estetica.
Critico d’arte militante, ha collaborato con la Biennale Internazionale di Venezia, con la Bienal Internacional del Deporte en las Bellas Artes di Madrid e Barcellona e con l’Instituto de Cultura Hispanica della capitale spagnola.
Autore di oltre 180 pubblicazioni scientifiche (189) sono quelle registrate dal Servizio Bibliotecario Nazionale) nonché di oltre un migliaio tra articoli e presentazioni critiche in catalogo, ha curato rassegne in Europa, in Africa ed in Asia.
È stato pubblicato in inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, cinese, albanese, macedone, arabo, finnico, svedese, polacco, ungherese, rumeno, greco.
Ha fondato diversi musei molto specifici tra cui Museo Internazionale dell’Immagine Postale, Museo Internazionale dell’Etichetta, Museo del Nuovo Biroccio, Pinacoteca Internazionale di Arte Francescana Contemporanea, Lo Spazio della Fantasia, Il Parco delle Pietre vive eccetera.
E’ considerato un esperto delle Avanguardie Storiche del XX secolo.
E’ stato, per oltre venti anni, consulente culturale della impresa ”iGuzzini Illuminazione”. Per quattro anni ha svolto la stessa funzione per l’Amministrazione Provinciale di Ancona, nel settore della arti figurative, nonché del Centro per i Beni Culturali della Regione Marche.
In qualità di semiologo dell’arte ha pubblicato, per i tipi della Domus di Milano, il primo volume al mondo sul tema della dimensione semantica della luce, dal titolo “Per una teoria dell’illuminazione dei Beni Culturali”, stampato in due edizioni e tradotto in inglese e spagnolo.
Ha pubblicato, per conto della Federico Motta Editore di Milano e della Banca Marche, un volume dedicato alla storia dell’arte marchigiana del XX secolo, dal titolo “Le Marche e il XX secolo. Atlante degli artisti”, vincitore di una menzione speciale al Premio Internazionale di Storia dell’Arte e di Critica d’Arte Salimbeni.
Nel 2008 è uscito, per le edizioni affinità elettive e Cattedrale il suo volume “Cinquant’anni attorno all’arte dalla A alla Z”, ristampato dopo solo tre mesi dalla distribuzione in libreria. Nel 2011 è stata pubblicata una nuova versione riveduta, corretta ed ampliata del volume. Per conto delle edizioni R.B.
I due libri sopra citati gli sono valsi il prestigioso Premio della Cultura 2008 da parte della giuria internazionale del Circolo della Stampa di Milano: premio che l’anno precedente era stato assegnato a Joseph Ratzinger per il volume “Gesù di Nazaret”.
Sempre nell’anno 2008 il Gruppo Industriale Loccioni ha pubblicato un suo libro intitolato “Dentro le mura” con illustrazioni di Corrado Olmi.
Tra gli autori di cui si è maggiormente occupato: Arnaldo Pomodoro, Joan Mirò, Valeriano Trubbiani, Walter Valentini, Sante Monachesi, Edgardo Mannucci, Attilio Alfieri, Aligi Sassu.
E’ Console Onorario della Federazione Russa di Ancona.
E’ Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Grande Ufficiale dell’Ordine Equestre di Sant’Agata della Serenissima Repubblica di San Marino, nonché Commendatore dell’Ordine della Stella della Solidarietà Italiana.
E’ Socio Onorario dell’Accademia Imperiale dell’Arte Russa di Mosca (fondata da Pietro il Grande nel 1757) e della Società Filarmonico-Drammatica di Macerata (fondata nel 1808).
Il governo della Federazione Russa lo ha insignito, il 18 dicembre 2009, dell’onorificenza della medaglia “al merito diplomatico” nella circostanza del 200.mo anniversario della costituzione del Corpo Consolare della Russia.
Nel giugno 2010 gli è stato conferito il Premio Mediterraneo 2010 per meriti culturali.
Nello stesso anno è stato invitato a far parte del Comitato per la costituzione del Centro di Documentazione dell’Arte Spagnola, istituito presso il Museo Reìna Sofia di Madrid.

Sempre nel 2010 è stato nominato fra i tre componenti del Comitato Scientifico del Museo Arnaldo Pomodoro nel Montefeltro. Inoltre è stato pubblicato, edito dall’Ente Cassa di Faetano, il volume da lui curato su “Arnaldo Pomodoro a San Marino”.
Nel 2011 è nominato, da “World Culture” di Mosca, Presidente Onorario del “Festival della Riviera Russa”.
Gli sono state assegnate cittadinanze onorarie da parte dei Comuni di Castelbellino, Cupramontana, San Marcello, Pietrarubbia. Il Comune di Filottrano lo ha nominato “Ambasciatore di Filottrano nel mondo”.
Nel 2011, su invito della direzione del Museo “Peterhof”, ex residenza estiva dello zar Pietro il Grande di San Pietroburgo, ha curata la parte scientifica della “Festa delle Fontana” con l’evento “Mille anni di arte italiana da Wiligelmo ad Arnaldo Pomodoro”.
Nell’ottobre 2012 è stato nominato Presidente Onorario del IV Festival Internazionale CHORUS INSIDE CHRISTMAS.
Nel marzo 2013 è stato confermato Presidente Onorario di tutti i Festival di Chorus Inside dell’anno.
Il 25 aprile 2013 l’Ordine Venerabile della Venerabile Confraternita della Madonna detta del Buon Consiglio di Città di Castello (la più antica del mondo, fondata antecedentemente all’anno Mille), gli ha conferito l’Alta Onorificenza ad Honorem per l’attività competente svolta a favore del dialogo tra cristiani ortodossi e cattolici nonché a favore dell’uomo.
Ottobre 2013 riceve ad Assisi il Premio Internazionale per le azioni di pace e per la difesa della libertà religiosa nel mondo CONSTANTINUS MAGNUS insieme a Padre Ibrahim Faltas (l’eroico moderatore durante l’assedio alla Basilica di Betlemme nel 2002) e a Giuseppe Bonavolontà (corrispondente da Beirut della RAI-TV).
Nello stesso mese dello stesso anno il Consiglio Direttivo del Circolo Cittadino di Jesi delibera di nominarlo “Socio onorario” “In riconoscimento dei suoi ben noti attaccamento e dedizione ai valori culturali dell’arte, delle lettere, della tradizione popolare e del territorio nonché alla Città di Jesi”.
Maggio 2014 – San Pietroburgo, Museo Nazionale Russo – Presentazione critica della mostra antologica di Zourab Tsereteli.
Giugno 2014 – Premio Vallesina, VII edizione – ATTO DI GRATITUDINE DEL TERRITORIO.
Luglio 2014 – Nominato Socio Onorario dell’ANCRI (Associazione Nazionale Cavalieri al Merito della Repubblica Italiana).
Ottobre 2014 – Insignito, per mano del Principe Luigi Maria Picco di Montenero e Pola (capo della discendenza serba di Costantino il Grande, attraverso la famiglia Imperiale e Reale Picco Lavarello Comneno Paleologo Obrenovic di Costantinopoli e Serbia) del grado di Cavaliere di Gran Croce del Sacro Ordine Imperiale Militare Nemagnico Angelico Costantiniano di San Giorgio e Santo Stefano di Rito Orientale, a Roma presso la Basilica di San Vitale, sede dell’Ordine.

 

 

 

2 risposte a Biografia di Armando Ginesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.